Wedding Coordinator, chi è e cosa fa

Ciao a tutte ragazze, oggi voglio spiegarvi chi è e che cosa fa un Wedding Coordinator che è diverso dal wedding planner.

 

Può essere la stesa figura, anzi in Italia lo è quasi sempre, mentre in america esistono figure di wedding separate e ben distinte.

Il Wedding Coordinator è quella persona che coordina ( come dice la parola stessa) e dirige il giorno della celebrazione del matrimonio. 

Questo professionista si occupa di seguire tutto ciò che oi avete organizzato e pianificato. Più nello specifico sia rima che durante la cerimonia, può seguire le hostess nella distribuzione delle wedding bag, far accomodare gli invitati, avvertire chi di dovere dell’arrivo degli sposi, , avvisa il catering, riorganizza il programma della serata in base ai tempi reali, prepara ogni sorta di intrattenimento…. insomma è un vero e proprio direttore del vostro giorno che avete tanto sognato.

E’ diventato di moda ultimamente in Italia per far si che la sposa ( la quale ha voluto organzzarsi da sola il matrimonio) almeno il giorno stesso delle nozze possa godersi appieno del suo giorno. 

 

Come già detto speso la figura di wedding planner coincide con la figura di wedding coordinator, a questo scopo, chiamarmi come coordinatrice per il vostro matrimonio è un buon modo per ricompensarvi delle fatiche organizzative degli ultimi mesi. Basterà incontrarci giusto il tempo per conoscere voi e i vostri progetti e presentarmi ai fornitori. 

Annunci

Dulcis in fundo… la Wedding Cake!

Il wedding cake design è sicuramente uno dei punti fondamentali sul quale puntare per il proprio giorno. Sempre più spose vogliono una torta nuziale super, d’impatto,  con un effetto wow da parte di tutti gli ospiti. I professionisti del settore sono sempre più specializzati, e sempre più riescono ad esaudire ogni particolare richiesta.

Il wedding cake design è una vera e propria arte e tutti i pasticceri ormai devono saperlo fare per rimanere al passo.

Una delle torte sicuramente più di tendenza di quest’anno che già aveva spopolato anche l’anno passato, è la “Naked Cake” che ha portato una ventata d’innovazione con la sua elegante “nudità” .

 Bella a vedersi e altrettanto buona, questa torta nuziale risulta adatta a qualsiasi tipo di matrimonio ma in particolar modo a quelli in stile shabby chic, dall’allure romantico e anticato.

La naked cake classica ha del rivestimento in panna o della glassa che di solito è l’elemento chiave della ricetta tradizionale. All’interno di questa, troverete tanta buona crema e un mix di ingredienti naturali come frutta fresca, fiori e decorazioni minimal. Niente piani di polistorolo dunque ma solo un insieme di crema e perfezione al naturale.

Si afferma sempre di più anche la classica torta nuziale con decorazioni floreali in pasta di zucchero.

Per un matrimonio minimal chic, optate per un solo fiore gigante sulla torta. Sceglietelo di un colore che sia in risalto, magari giocando con il contrasto delle nuance. In caso contrario, riempite la wedding cake dei fiori che avrete scelto per il vostro “Sì”. L’effetto sarà assicurato!

La tipologia dei fiori da usare spazia dalle rose alle peonie, le ortensie, i gigli, i tulipani, le dalie, fino ad arrivare ai lillà. Se il vostro è un matrimonio da favola e la parola chiave è romanticismo, allora i fiori giusti per la vostra festa sono le rose rosse, da sempre sinonimo di amore vero ed eterno.Se invece le vostre sono delle nozze urban chic, allora, l’orchidea è il fiore che fa per voi. Dal tradizionale bianco al vivace fucsia, fino al caldo arancione, questo fiore vi regalerà intense emozioni. Potendo giocare molto sulle sfumature. si può aggiungere un nastro colorato oppure scegliere una torta dai colori pastello.

E voi che torta scegliereste per il vostro matrimonio?

Matrimonio in spiaggia: tutto ciò che c’è da sapere

Il matrimonio in spiaggia è il sogno di tutte le spose che vogliono organizzare il giorno più bello della loro vita in modo originale e indimenticabile. È l’alternativa al classico evento organizzato tra chiesa e ristoranti  che spettacolarizza le nozze soltanto grazie alla location scelta. Non c’è bisogno, infatti, di allestire un altare dalle mille e una notte, basta piuttosto posizionare l’arco e decorarlo con fiori e tessuti.

Bisogna però sapere che il rito ecclesiastico non può essere celebrato in altro luogo che non sia una chiesa consacrata. Tra le norme per la celebrazione si legge che è assolutamente vietata “in oratori o cappelle non riconosciuti come chiese succursali, in conformità all’art. 24 del D.G., salvo giusta causa da sottoporre all’Ordinario. Così pure resta proibita la celebrazione del matrimonio nelle ville o all’aperto, e in genere in quei luoghi dove la celebrazione rivesta il carattere di cerimonia privata ed esclusiva“

Questo perché la chiesa resta il luogo dove la comunità cristiana si riunisce, soprattutto per officiare i sacramenti, e tale deve rimanere. Si può, tuttavia, provare a scrivere una lettera formale al vescovo della propria diocesi, nella quale chiedere di celebrare il rito religioso all’aperto, magari controfirmata dal parroco “di fiducia”. Bisogna inoltrare la richiesta, tramite formulario di matrimonio all’Ordinario del luogo, che dietro giusta causa o sulla base di una domanda ben documentata, può fornire l’autorizzazione, ma ciò è comunque molto difficile. Sono veramente pochi coloro che accettano questa condizione.

L’altare, l’arco decorato con fiori e tulle, le sedute separate dalla passerella tramite il nastro di raso, l’officiante che attende gli sposi, il rito, tutto quello hai sempre visto in america, organizzato in riva al mare non segue i principi della regione cattolica. Se vuoi tutto questo però è possible, si chiama ” blessing”,  che è appunto  una cerimonia simbolica perchè il vero e proprio matrimonio con le firme deve essere già stato fatto in chiesa.

Per una questione logistica sarebbe bene scegliere come mesi, Maggio Giugno e settembre, quando appunto le spiagge sono meno affollate. Qui in Toscana abbiamo dei bellissimi litorali: la più glamour e chic Forte dei Marmi, al litorale Viareggino, alla più tranquilla Marina di Pisa e moltissimi altri. Se siete quindi disposti a celebrare le vostre nozze prima in chiesa con i soli testimoni e poi fare il blessing al mare, questa sarà sicuramente una scelta della quale non ve ne pentirete e sarà sicuramente un matrimonio unico!